Archivio per Categoria Diventare imprenditore

Di

L’ imprenditore fisso non esiste più

Sempre più spesso si parla dell’ estinzione del posto fisso quando i soggetti tirati in causa sono i lavoratori dipendenti. Qual è invece il presente e il futuro di chi vuole diventare imprenditore oggi?

Aprire un negozio per sempre

Fino a quindici, venti anni fa, quando un imprenditore apriva un negozio, la sua speranza imprenditoriale era di mantenere per generazioni la proprietà dell’attività commerciale e garantire un futuro prosperoso alle future generazioni.
Il concetto è simile, se non addirittura uguale a quello del posto fisso per un lavoratore dipendente.
Essere il proprietario di un negozio significava, non solo essere un imprenditore di successo, ma anche un vero e proprio punto di riferimento per un interno quartiere se non addirittura in alcuni casi di una città.
Diventare imprenditore significava essere un eletto tra il popolo e guai a chi rinunciava a proseguire il lavoro che per anni e con enorme fatica i padri avevano portato avanti.
Oggi più del 70% di quelle straordinarie e tanto sudate attività imprenditoriali non esistono più!

 

Diventare imprenditore in una nuova era

 

Non nascondo il mio rammarico nel utilizzare la parola “fine” per descrivire il commercio così come è stato interpretato e condotto per anni.
Il commercio e il mestiere dell’imprenditore sono cambiati per sempre.
Staticità, standardizzazione e prezzi al ribasso appartengono al passato e se vuoi diventare imprenditore o avere successo nel mondo del business moderno è fondamentale che tu comprenda a pieno questi concetti all’apparenza elementari, ma straordinariamente importanti per creare delle imprese di successo.

Agilità:la parola d’ordine per fare l’imprenditore

Il commercio è diventato agile, destrutturato e in continuo movimento.
Se vuoi fare la differenza devi comportarti in maniera diversa rispetto alla maggior parte dei vecchi e aimè giovani imprenditori che si ostinano a commettere sempre gli stessi errori, quegli stessi errori che hanno provocato la chiusura dei negozi tradizionali.
Ci troviamo di fronte al consumo fatto di esperienza.
In altre parole, le persone cercano esperienze che possano segnare in maniera positiva la loro giornata e non semplici prodotti e servizi.
Il consumo di massa, tutto uguale è stato sostituito dal diverso, da una estrema personalizzazione.
E tu sei in grado di costruire strategicamente una esperienza di acquisto studiata su musura per i tuoi clienti?

Spero di esserti stato utile

Alla prossima!!

Di

Come aprire un negozio e lavorare in proprio

Perché gli imprenditori italiani sono in crisi?Quali sono i segreti per aprire un negozio e lavorare in proprio senza rischiare di fallire dopo qualche anno o addirittura dopo mesi?

Aprire un negozio in Italia

Potrei iniziare questo breve articolo, raccontandoti che il commercio italiano è in gran spolvero, che i negozi tradizionali continuano a crescere e che se hai un’idea imprenditoriale per aprire un’attività in uno dei settori del commercio tradizionale hai il successo assicurato.
Niente di tutto questo corrisponde a verità e non amo raccontare balle.
La verità è che sei vuoi diventare un imprenditore e aprire un negozio di successo devi comportanti all’esatto opposto della maggior parte degli attuali imprenditori italiani.
Lavorare in proprio e trasformarti da aspirante imprenditore ad imprenditore di successo richiede impregno e soprattutto la consapevolezza che le idee imprenditoriali vincenti e la volontà non sono più sufficienti per aprire attività di successo.
Il commercio è in crisi sotto ogni punto di vista e il mio compito non è tanto quello di spiegarti il perché, quanto quello di fornirti strumenti pratici e professionali per non cadere negli stessi errori che sfortunatamente causano la chiusura di migliaia di negozi e attività commerciali ogni anno.

Le idee imprenditoriali e la strategia per lavorare in proprio

Le idee per aprire un’attività, sono ancora oggi ritenute sin troppo importanti rispetto al reale valore che possiedono.
Mi spiego meglio!
E’ ovvio che le idee di business sono fondamentali e che senza un’idea vincente di partenza non ci sono i presupposti per diventare un imprenditore di successo, ma il 90% del successo di una nuova attività imprenditoriale sta nella tua capacità di pianificare strategicamente il modello di business, le operazioni marketing e nel saperle eseguire giorno dopo giorno.
Le attività commerciali italiane falliscono perché gli imprenditori non sono stati in grado di accettare il cambiamento.
Oggi non c’è più spazio per tutti quei negozi gestiti da proprietari che non hanno compreso il nuovo ruolo dell’imprenditore.

Che tu abbia intenzione di diventare imprenditore partendo da zero o rilevare l’impresa di famiglia, ti troverai di fronte ad un bivio: cambiare o morire!

Come aprire un negozio: il marketing non fa miracoli

Sempre più spesso mi arrivano richieste di aspiranti imprenditori che mi chiedono quale sia la migliore strategia per promuovere un bar, un ristorante, un bed&breakfast a dimostrazione del fatto, che le agenzie di comunicazione e i consulenti di marketing hanno fatto bene il loro sporco lavoro!
Il marketing non fa miracoli, quindi diffida da tutti coloro che promettono di farti aprire un negozio che fatturerà cifre astronomiche attraverso una buona pubblicità e un sito figo!
Per aprire un negozio di successo c’è bisogno di molto altro rispetto ad una pubblicità sui volantini o una sponsorizzata su facebook.
La comunicazione funziona se racconta nel modo giusto una verità, non una bugia!
Ecco perché avviare un business significa creare un modello o concept.
Prima il modello, poi il posizionamento e la proposta di valore seguita da una promessa che solo tu attraverso la tua attività imprenditoriale sei in grado di fare e mantenere.
In Italia nascono attività tutte uguali che falliscono a distanza di mesi l’una dall’altra.
Il primo esercizio che ti invito a fare e di trovare una risposta precisa a questa domanda:
Perché oggi dovrei venire a comprare nel tuo nuovo negozio?

Spero di esserti stato utile e averti fornito spunti utili per il tuo prossimo progetto imprenditoriale!

Alla prossima!

Di

Diventare imprenditore da zero

Diventare imprenditore da zero per qualcuno è un’idea impossibile, ma la verità è che con il giusto mix di formazione, dedizione e coraggio, la strada per lavorare in proprio è tutt’altro che irraggiungibile.

 

Come diventare imprenditore da zero

Non sono un ipocrita e non ti costringerò a leggere un articolo con lo scopo di convincerti che diventare imprenditore da zero nasconde le stesse insidie e difficoltà di farlo avendo alle spalle una esperienza imprenditoriale familiare.

Non mi servirò di questo articolo per fare ciò, essenzialmente per due ragioni:
1)Basta guardare alla storia delle più importanti famiglie di imprenditori e alla brutta fine che in molti casi hanno fatto le loro aziende passando da una generazione all’altra.

2)La maggior parte degli imprenditori di successo lo sono diventati partendo da zero, anzi quasi sempre provenivano da famiglie con limitate disponibilità economiche.

Certo è che se hai delle risorse di partenza a disposizione e sei in grado di valorizzarle per le tue idee imprenditoriali di certo non è un male.

Diventare imprenditore da zero attraverso la negoziazione

Diventare imprenditore da zero necessita di una grandissima capacità di negoziazione!
Che cos’è la negoziazione e a cosa serve?

Lavorare in proprio richiede ogni giorno di portare a termine moltissimi accordi, che a volte nel breve termine, ma nella maggior parte dei casi nel lungo periodo, avranno dei risvolti determinanti per il successo della tua attività imprenditoriale.

Diventa indispensabile per te che vuoi diventare un imprenditore di successo, imparare a districarti con sicurezza nelle dinamiche della negoziazione.

Perché per diventare imprenditore da zero è così importante imparare a negoziare?

Saper negoziare e chiudere accordi con successo è fondamentale per creare delle opportunità continue attorno alla tua impresa.

Ogni qualvolta ti troverai di fronte ad un tuo dipendente, fornitore o cliente nel 99% dei casi, sei nel bel mezzo di una negoziazione, che può trasformarsi in un conflitto, a seconda del valore della posta in gioco.

Saper chiudere accordi con successo è la prerogativa di ciascun imprenditore, in modo particolare per chi parte da zero, perché è proprio attraverso una serie di accordi favorevoli che puoi guadagnare posizioni rispetto alla concorrenza, nonostante minori risorse a disposizione.

3 regole che non insegnano nei corsi per imprenditori

 

1)L’improvvisazione è la fine di un imprenditore

Imprenditori non si nasce, lo si diventa attraverso un percorso fatto di esperienze pratiche ed errori commessi sul campo e formazione breve e continua, a seguito della quale puoi subito mettere in pratica, misurare i risultati ottenuti e calibrare la migliore strategie per il tuo caso specifico.

 

2)Diventare imprenditore da zero richiede preparazione

Non si diventare imprenditore partendo da zero senza un’attenta valutazione delle alternative durante la fase di preparazione strategica del business.

E’ molto importante dedicare del tempo al fase di progettazione del modello di business e solo successivamente concentrarsi sui singoli obiettivi e sulle modalità più efficaci per raggiungerli.

 

3)Il vero segreto sono le informazioni

Oggi lavorare in proprio, creare imprese di valore e diventare imprenditore da zero è un gioco nel quale vince chi è in possesso delle nuove regole.

Le regole che fanno parte del lavoro dell’imprenditore sono cambiate per sempre.

L’informazione e la formazione giocano un ruolo determinante.

Non esistono nuovi imprenditori che non hanno una conoscenza approfondita dei mercati, dei modelli e delle strategie per scansare una concorrenza sempre più fitta ed agguerrita.

 

Anche oggi siamo alle battute finali!

Diventare imprenditore da zero è un sogno che richiede impegno e soprattutto la consapevolezza che esistono dei fattori che fanno la differenza tra una semplice idea imprenditoriale che rimane tale e un progetto di successo.

 

 

 

 

 

Di

Cosa studiare per diventare imprenditore di successo

Cosa studiare per diventare imprenditore di successo? Esiste un percorso di formazione imprenditoriale per trasformare le idee imprenditoriali in imprese di successo?
A queste ed altre domande ti aiuterò a dare risposta attraverso questo breve articolo.

 

Cosa studiare per diventare imprenditore

 

La consapevolezza da parte dei giovani imprenditori e in generale di tutti coloro che vogliono intraprendere il mestiere dell’imprenditore e lavorare in proprio dell’importanza della formazione, ha scaturito un acceso dibattito su quale sia il miglior corso di formazione per diventare imprenditori di successo.
Durante la mia collaborazione con la redazione di rai economia, in uno dei brevi video che abbiamo girato su questo argomento, parlo proprio dei corsi universitari legati al mondo del business e dell’imprenditoria e di quale sia la tipologia di corso per diventare imprenditore al giorno d’oggi più efficace.
Nel video spiego quanto la velocità del mondo del lavoro di oggi, ha reso i corsi di formazione programmati mesi se non addirittura anni prima totalmente inadeguati per presentarsi sul mercato forti di una preparazione e di una forma mentis adatti al panorama imprenditoriale del momento.
Torniamo per un attimo alla domanda iniziale:
“Cosa studiare per diventare imprenditore?”
Diventare imprenditore oggi significa appropriarsi anzitutto di un nuovo modo di pensare alle idee vincenti, imparando a ragionare per modelli di business e non solo per prodotti o servizi.
Questo modo nuovo e ti assicuro vincente per avere successo nel business ti sarà possibile con una formazione continua, che miri alla costante ricerca del miglior sistema per fare impresa e che prevede oltre alle capacità personali, 2 conoscenze delle quali non puoi assolutamente fare a meno:
1)Strategie misurabili
2)Modelli di business professionali

 

I corsi per imprenditori per lavorare in proprio oggi

Chiarito cosa studiare per diventare imprenditore è altrettanto importante capire come studiare per ottenere risultati.
Dire che i corsi universitari non sono la strada migliore e più efficace per diventare un imprenditore di successo ed utilizzare le idee imprenditoriali nel modo migliore possibile, non significa dire che non è necessaria la formazione per fare impresa.
Le start-up e gli aspiranti imprenditori falliscono perché non hanno le conoscenze per affrontare il business e la concorrenza seguendo un approccio strategico.
Un corso per imprenditore per essere efficace deve essere progettato in questo modo e seguire una sequenza di azioni fatta in questo modo:
Formazione – Messa in pratica – Misurazione dei risultati – Correzione di eventuali errori – Implementazione – Formazione – Messa in pratica -Misurazione dei risultati – Correzione di eventuali errori – Implementazione .
Questo modello di formazione ti garantisce due cose:
1) Una formazione continua ed in linea con i rapidi cambiamenti dei mercati
2) Una presa di coscienza dei risultati aziendali costante

Il mio obiettivo all’inizio di questa chiacchierata era farti comprendere quanto sia importante non solo capire cosa studiare per diventare imprenditore, ma anche quale sia il modo più efficace per raggiungere ottimi risultati.

Alla prossima!

Di

Le nuove regole per diventare imprenditore

Diventare imprenditore è il sogno di tantissime persone che stanche delle incertezze del mondo del lavoro vogliono sviluppare le loro idee imprenditoriali, lavorare in proprio e creare start-up di successo.

 

Come diventare imprenditore e lavorare in proprio

Sarebbe molto facile per me dirti che per trasformare le tue idee imprenditoriali in start-up di successo e diventare imprenditore sono sufficienti risorse economiche e una strategia pubblicitaria progettata ad hoc, ma la verità è che non è la strada che ti condurrà dritto all’obiettivo.
Molti dei miei studenti rimangono sbigottiti quando alla fine della giornata che trascorriamo insieme, si rendono conto del lavoro che dovranno fare per realizzare il loro progetto imprenditoriale e mettersi in proprio.
Diventare imprenditore, lavorare in proprio e creare imprese che abbiano successo nel tempo è un lavoro di lungo periodo.
Questa affermazione, comporta una presa di coscienza in merito a due elementi fondamentali per costruire aziende di valore in qualsiasi settore:
1)Nessuna start-up diventa una grande azienda dall’oggi al domani
2)Diventare imprenditore necessita di strategie che funzionano e portano risultati concreti nel lungo periodo

La comunicazione d’impresa e il marketing non sono tutti uguali

Come ti ho appena detto, diventare imprenditore può essere divertente, ma non è un gioco di improvvisazione.
La pianificazione strategica e il marketing giocano un ruolo cruciale per raggiungere questo obiettivo.
Ok, sono sicuro che stai pensando:” imparo a fare marketing, divento un imprenditore e creo la mia start-up”.
Sì, questa frase non fa una piega, ma se fosse così facile, come mai sono pochi coloro che ci riescono?
La comunicazione d’impresa e il marketing non sono tutti uguali, così come la pianificazione strategica, i business model e i modelli di business plan attraverso i quali puoi valutare il profilo economico-finanziario della tua idea di business.
Purtroppo la maggior parte dei corsi di marketing e creazione d’impresa utilizzano metodi e strategie adatti ai manager che gestiscono grandi aziende, ma assolutamente pericolose per un aspirante imprenditore che vuole avviare una nuova attività imprenditoriale.
Se hai letto altri articoli del blog di Startup Strategy ti sarai accorto che c’è un concetto che ripeto spesso, non di certo perché voglio essere ripetitivo, ma perché “repetita iuvant”, ovvero la ripetizione aiuta.
Il concetto è questo, ed è fondamentale per mettere da parte alcune delle teorie più utilizzate nei corsi universitari e avvicinarsi alla realtà imprenditoriale di ogni giorno:
“Una start-up non è una versione miniaturizzata di una grande azienda, per cui diventa fondamentale utilizzare modelli e strategie specifiche e non teorie estrapolate da casi di successo.
Ci sono delle informazioni, utilizzate in moltissimi corsi dedicati alle startup e agli aspiranti imprenditori che non portano risultati positivi, come il metodo lean, che non può essere il sistema cardine per lo sviluppo di un nuovo progetto e questo mi dispiace, ma quando gli aspiranti imprenditori che lavorano con me, mi riferiscono che in alcuni corsi di imprenditorialità che hanno frequentato, gli hanno propinato strategie di comunicazione e marketing estrapolate dalla teorizzazione di alcuni casi di successo di aziende multinazionali.

 

I corsi per imprenditori sono inutili

Se hai mal di denti vai da un medico generico o dal dentista?
Sicuramente vai dal dentista!
Se vuoi creare una nuova impresa o comunque lavorare in proprio e diventare imprenditore vai da chi organizza corsi per:
Imprenditori
Artigiani
Aspiranti imprenditori
Manager
Social media marketing
Venditori
Analisti finanziari
O chi organizza solo ed esclusivamente corsi per avviare una nuova attività imprenditoriale da zero?
I corsi per imprenditori sono inutili se sono aperti anche ad altre dieci categorie professionali!
Questo dimostra, purtroppo, che la maggior parte dei corsi per imprenditori non contengono una programmazione specifica per trasformare in imprese nuove idee imprenditoriali e fornire a un soggetto che ha intenzione di lavorare in proprio strumenti e strategie per diventare imprenditore partendo da zero.

Il corso per imprenditori è inutile a meno che..

Il corso per diventare imprenditore è inutile, a meno che non sia pensato per trasmettere le sole conoscenze necessarie per sviluppare start-up di successo nella volatilità e complessità dei mercati di oggi.
Corsi per imprenditori legati alle tecnologie così come quelli che utilizzano il business plan come unico strumento per pianificare un’attività redditizia non sono sufficienti.

Diventare imprenditore partendo da zero attraverso la legge dell’autorità

Come ti ho detto nella prima parte di questo articolo, oggi a differenza del passato, per diventare imprenditore e creare imprese di successo non puoi fare a meno di utilizzare sistemi di marketing e strategie di lungo periodo.
Esistono diverse strategie che dovrai fare tue per competere, anzi per stare ad un livello superiore rispetto ai tuoi concorrenti, ma ti consiglio di iniziare da questa:
“La legge dell’autorità”
Cos’è la legge dell’autorità?
In un Mondo iper complesso, dove competizione e sovrabbondanza di informazione la fanno da padrone, è necessario che un imprenditore lavori per costruire e modellare con il tempo  il suo profilo personale e di conseguenza un’azienda che trasmetta autorevolezza e fiducia.
Non è un lavoro dai risultati immediati, ma di questo ne abbiamo già parlato.
Oggi, il modo più efficace e duraturo per battere la concorrenza in uno specifico settore è utilizzare la strategia dell’autorità.

I 3 pilastri della legge dell’autorità per lavorare in proprio

1)Attenzione
Attirare l’attenzione delle persone è il primo ostacolo che dovrai affrontare per creare autorità attorno alla tua figura e alla tua nuova impresa.
Le persone sono letteralmente bombardate ogni giorno da centinaia di informazioni in merito a prodotti e servizi, senza dimenticare che ognuno di loro deve immagazzinare ulteriori informazioni per raggiungere scopi personali e professionali.
Una recentissima ricerca condotta sul cervello umano ha dimostrato che il tempo massimo di attenzione di un uomo è di soli otto secondi.
E’ evidente che la battaglia del marketing è diventata anzitutto una battaglia per l’attenzione!
2)Coinvolgimento
Coinvolgere le persone è fondamentale per raggiungere i tuoi obiettivi: diventare imprenditore e creare un’impresa di successo.
Come l’attenzione anche ottenere il pieno coinvolgimento delle persone attorno alla tua idea imprenditoriale non è semplice ma nemmeno impossibile se sai come farlo.
Il modo migliore è individuare una specifica cerchia di persone con le quali intendi interagire, creare del contenuto realmente utile per loro con costanza.
Perché la maggior parte delle imprese non riesce ad ottenere attenzione e coinvolgimento?
Perché non sanno a chi stanno parlando e quali sono gli argomenti per i quali sono disposti a concederti qualche minuto del loro tempo.
Quindi se vuoi differenziarti da tutti gli altri:
Decidi per chi scrivere, una volta fatto ciò, restringi ulteriormente il campo, studia con profondità il tuo target, solo a questo punto crea il contenuto.

3)Fiducia
Soprattutto in Italia, dove la fiducia verso il prossimo tocca i livelli più bassi mai raggiunti, guadagnarsi la fiducia delle persone è molto importante.
Mantieni le promesse fatte prima della vendita e avrai un enorme vantaggio rispetto alla concorrenza.

 

Per determinare se i contenuti che crei hanno influenzato le decisioni delle persone durante il processo di acquisto devi misurare i risultati ottenuti.
Non visite al sito. Non nuovi contatti. Non like sulla pagina Facebook.
Ma contatti acquisiti, vendite e fatturato.
Esistono diverse strategie per testare un prodotto quasi a costo zero.
Puoi utilizzare lo strumento delle inserzioni di facebook e creare più campagne cambiando semplicemente il messaggio e il mezzo utilizzato.

Con poche centinaia di euro, se non meno, riuscirai a capire attraverso i risultati di ogni singola campagna su quali messaggi puntare in futuro e con quali mezzi ( immagini, video ).
Un altro modo molto efficace ed immediato per effettuare dei test e correggere il tiro è l’utilizzo delle landing page.
Esistono diverse piattaforme di e-mail marketing che consentono di creare delle landing page che potrai sfruttare per mettere a disposizione degli utenti contenuti utili in cambio dei loro dati.
Oggi ottenere delle informazioni personali non è facile, per cui superare questo scoglio rappresenta per te un ottimo parametro per valutare la bontà del tuo messaggio.
Raccogli i feedback (domande e dubbi) di tutte le persone che entrano in contatto con la startup e utilizzali per modificare e migliorare la tua offerta.
Le legge dell’autorità non è qualcosa di astratto e difficilmente realizzabile ed è fondamentale per diventare imprenditore oggi.
L’autorità di un imprenditore o di una nuova impresa è basata su azioni ed elementi tangibili che ti aiuteranno a costruire con il tempo questo ruolo.
Essere autorevole significa anzitutto creare un sistema che ti permetta di distribuire informazioni di valore in modo costante e continuativo.
Sviluppare un’ idea imprenditoriale vincente e diventare imprenditore nel mercato di oggi significa stabilire la propria leadership e quella della propria attività imprenditoriale definendo con estrema chiarezza l’audience alla quale ci stiamo rivolgendo, catturando la loro attenzione e non da ultimo la loro fiducia, aiutandoli a raggiungere i loro obiettivi attraverso i benefici che possono ottenere solo attraverso i tuoi prodotti o servizi.
Anche per oggi la nostra chiacchierata termina qui.
Spero di aver attirato la tua attenzione, averti coinvolto che il tuo livello di fiducia nei miei confronti abbia raggiunto un livello più alto e soprattutto, che il contenuto di questo articolo possa esserti di aiuto per la realizzazione del tuo prossimo progetto imprenditoriale.
Alla prossima!

Di

Crearsi un lavoro con la nuova comunicazione d’impresa

Crearsi un lavoro da zero è il sogno ricorrente di tantissime persone stanche delle incertezze del mercato del lavoro. Tuttavia solo imparando le nuove regole della comunicazione d’impresa e del marketing puoi interagire in maniera produttiva con i tuoi potenziali clienti e trasformare le tue idee imprenditoriali in prodotti e servizi di successo.

Crearsi un lavoro seguendo le vecchie regole è impossibile

Crearsi un lavoro partendo da zero è un modo alterativo per dire “creare una startup” o “avviare un’ impresa.
Per lavorare in proprio in maniera produttiva è necessario comprendere a fondo quali sono i fattori determinanti per sviluppare con successo un’idea imprenditoriale.
E’ come se iniziassi a giocare una partita di calcio seguendo le vecchie regole, nelle quali il fuorigioco non era ancora utilizzato come regola fondamentale e il portiere poteva ancora utilizzare le mani dopo i retropassaggi dei compagni.
Sarebbe impossibile per te giocare una partita alla pari, figuriamoci vincerla.
Nel panorama imprenditoriale funziona esattamente allo stesso modo.
Crearsi un lavoro non è né più facile né più difficile rispetto al passato, sono cambiate le regole del gioco ed è necessario conoscerle.

Crearsi un lavoro:le 4 leggi dell’imprenditore moderno

Come imprenditore moderno è impensabile sviluppare una nuova impresa senza studiare e al tempo stesso mettere in pratica, monitorare i risultati e implementare sistemi di marketing sempre più efficaci.
Ci sono 4 elementi che io ho chiamato leggi, che caratterizzano la figura dell’imprenditore moderno.
1)La legge dell’autorità
L’unico modo per compiere degli investimenti redditizi al giorno d’oggi è lavorare su una specifica nicchia di mercato, sufficientemente grande per fare business.
Specializzati, diventa un vero e proprio punto di riferimento in quello che fai.
La specializzazione è senza alcun dubbio la chiave per sviluppare un’ idea imprenditoriale e crearsi un lavoro, ma fai molta attenzione a quello che sto per dirti!
C’è un limite alla specializzazione che non devi superare per non avere un effetto negativo sui tuoi investimenti:
La nicchia di mercato deve essere sufficientemente grande da poter giustificare le risorse che investirai.

2)La legge della velocità
La velocità e la capacità di reagire rapidamente alle sfide dei mercati è una delle caratteristiche fondamentali degli imprenditori moderni.
Devi progettare imprese capaci di dare delle risposte ai potenziali clienti puntali, migliori della concorrenza e soprattutto alla velocità della luce.

3)La legge dell’onestà

Soprattutto in Italia, dove la fiducia verso il prossimo tocca i livelli più bassi mai raggiunti, guadagnarsi la fiducia delle persone è molto importante.
Mantieni le promesse fatte prima della vendita e avrai un enorme vantaggio rispetto alla concorrenza.

4)La legge della misurabilità

Diventare imprenditore significa anzitutto imparare a lavorare sempre in base ai risultati
Perché quando commissioni ad un architetto la progettazione del tuo ufficio ti aspetti che alla data fissata ti consegni il lavoro ultimato e quando progetti il modello di business aziendale o pianifichi delle campagne di marketing no?
Una nuova impresa deve utilizzare sempre e solo strategie misurabili che abbiamo queste caratteristiche:

Interattive
Multicanale
Misurabili
Riutilizzabili

 

Crearsi un lavoro e lavorare in proprio con le nuove regole

Crearsi un lavoro da zero, lavorare in proprio creando una nuova impresa o da liberi professionisti ha senso se produce ricchezza.
Oggi per produrre ricchezza in qualsiasi mercato non è sufficiente avere un’idea imprenditoriale vincente o innovativa, ma pianificare strategicamente il modello di business aziendale, implementare sistemi di marketing misurabili e non da ultimo valutare la fattibilità economico-finanziaria del business utilizzando un modello excel di business plan.
Stiamo attraverso la più grande rivoluzione tecnologica dell’umanità nella quale aumenta vertiginosamente la disparità tra chi possiede e sviluppa nel tempo delle conoscenze strategiche e chi purtroppo rimane sempre più indietro.
La conoscenza e la consapevolezza che la comunicazione d’impresa è cambiata per sempre e con essa anche i protagonisti è fondamentale.
Attenzione!
Non sto dicendo che il marketing è cambiato!
Forse sono uno de pochi convinto di questa affermazione, ma ho delle sane ragioni per pensarlo!
Sto dicendo che sono cambiate le regole e i mezzi attraverso i quali comunicare i messaggi di marketing e soprattutto le persone con le quali interagire.

Per fare impresa devi riconquistare il controllo della comunicazione

 

Se fino a pochissimi anni fa le informazioni relative ai prodotti e servizi erano sotto il controllo delle aziende oggi sono, per fortuna, a disposizione di tutti, ovunque essi si trovino, 24h al giorno, 7/7 quasi sempre gratuitamente.
Il rapido sviluppo della tecnologia e la diffusione di internet hanno creato i presupposti per un eccesso di informazioni, tra le quali le persone devono districarsi ogni giorno per effettuare delle scelte di consumo.
In questa nuova realtà, chi ha intenzione di crearsi un lavoro, deve operare una vera e propria “disinfestazione” dalle cattive informazioni, per facilitare le scelte dei potenziali acquirenti e solo successivamente “accompagnarli” verso i tuoi prodotti.

5 idee vincenti per lavorare in proprio

 

Fare impresa in modo professionale richiede un presupposto sacrosanto:
La pianificazione strategica!
In questo articolo non parlerò di pianificazione, perché è errato parlare di strategia se prima non ci si ferma un attimo per comprendere a pieno le nuove esigenze dei clienti di oggi.
1)Le persone non amano la pubblicità
La pubblicità interrompe le attività quotidiane, creando fastidio nelle persone che maturano sentimenti negativi nei confronti della marca che invade la loro vita con forza e senza chiedere il permesso.
2)Le persone non amano i ficcanaso
Le persone non nutrono sentimenti positivi nelle persone o aziende che pongono loro domande frequenti ed insistenti su prodotti o servizi.
Motivo per il quale le ricerche di mercato lasciano il tempo che trovano.
Utilizza la rete per ascoltare i dialoghi e le opinioni spontanee, piuttosto che fare domande.
3)Le persone credono in quello che fai non in quello che dici
Il giudizio delle persone è incredibilmente influenzato dalle opinioni delle altre persone e dalle azioni che compi.
Rispetto al passato un potenziale cliente crederà molto meno a quello che dici e valuterà il tuo grado di affidabilità in base alle referenze altrui.

4)Le persone vogliono parlare con te non con un intermediario
Social media, blog e applicazioni come WhatsApp sono i mezzi con i quali puoi interagire in real-time con clienti, potenziali tali o comunque persone vicine alla tua attività.
Accorcia le distanze tra la tua impresa e le persone, sfrutta a tuo favore questi mezzi di comunicazione e ti assicuro che avrai un enorme vantaggio rispetto a chi li ignora.
5)Le persone hanno cambiato la concezione dello spazio e del tempo
Il web e la tecnologia in generale hanno stravolto la concezione dello spazio e del tempo delle persone.
E’ necessario essere consapevole del fatto che la sovrabbondanza di informazioni ha reso le persone molto più attente, informate e selettive.
Ciò comporta due conseguenze:
I tempi relativi alle scelte di acquisto possono allungarsi
Se vuoi diventare un imprenditore di successo devi essere bravo a sviluppare aziende che siano pronte a generare un feedback o a vendere nell’esatto momento in cui il cliente decide.
All’inizio potrebbe sembrarti un controsenso, ma è la pura verità.
Le aziende o i liberi professionisti che vendono oggi, dato per scontato che abbiamo sviluppato un modello di business funzionale e corretto, sono quelli che implementato nelle loro imprese sistemi in grado di seguire il cliente e al momento giusto, ovvero quando il cliente è pronto per acquistare, chiudono la vendita alla velocità della luce.

Duro lavoro e marketing oltre alle idee imprenditoriali

Le incertezze legate al mercato del lavoro, fanno aumentare di anno in anno il numero di persone che decide consapevolmente di mettere un punto alle loro frustazioni e avviano una nuova fase della loro vita nella quale trasformeranno l’idea imprenditoriale che li teneva svegli di notte in una vera impresa.
Non sono sicuro che in questo articolo tu abbia trovato le risposte che cercavi.
Molte pagine web riempiono i loro spazi fornendo risposte alle ricerche che gli utenti effettuano in rete relativamente alla creazione di impresa e al lavoro in proprio creando false illusioni a chi invece in cuor suo è consapevole del fatto che per crearsi un lavoro da zero bisogna studiare, lavorare duramente e mettersi in gioco ogni giorno.

Puoi diventare imprenditore anche senza un’idea di impresa se impari le regole fondamentali per fare impresa valide in qualsiasi settore indipendentemente dalle risorse a tua disposizione.
Il blog di Startup Strategy è al servizio di chi vuole costruire il suo futuro imprenditoriale attraverso modelli e strategie professionali di lungo periodo.
Le strategie del tutto e subito e dei soldi facili sono una truffa senza futuro!

Spero di esserti stato utile!

Alla prossima!

Di

Comunicazione d’impresa e marketing: le nuove regole

La comunicazione d’impresa e il marketing sono cambiati per sempre. Gli imprenditori che vogliono fare business al giono d’oggi non possono più fare marketing come si faceva fino a qualche anno fa. Le regole sono cambiate e la pubblicità ha perso.

Relazioni pubbliche e comunicazione d’impresa: l’inizio di una nuova era

 

La comunicazione d’impresa e il marketing sono cambiate per sempre.
Sei vuoi sviluppare le tue idee imprenditoriali vincenti e diventare un imprenditore di successo devi conoscere alla perfezione le regole del gioco.
Il marketing è cambiato per sempre, così come i clienti e i mercati sono sempre più complessi.
In altre parole, c’è spazio solo per i migliori, cioè coloro che sono realmente disposti ad apprendere tutte le informazioni necessarie per lavorare in proprio al giorno d’oggi.
Quando le persone hanno intenzione di acquistare un prodotto o servizio, la prima cosa che fanno è informarsi.
Oggi, i processi di acquisto sono incredibilmente più lunghi e complessi rispetto al passato.
Immagina il processo di acquisto come una gara a tappe, durante la quale le tue possibilità di successo sono direttamente proporzionali al numero di stazioni di rifornimento che la tua azienda metterà a disposizione dei partecipanti .
Maggiore sarà l’impatto positivo che avrai durante tutto il percorso nei confronti dei partecipanti, maggiori saranno le possibilità di essere considerato il punto di riferimento durante la gara e magari per le gare successive.

Come cambia la comunicazione d’impresa

Se nel passato le possibilità di successo per una start-up erano fortemente influenzate dalla quantità di risorse a disposizione della compagine imprenditoriale di investire in pubblicità, oggi non è più sufficiente.
Quando dico agli aspiranti imprenditori, di non focalizzare i loro pensieri sul fatto di non possedere la stessa quantità di risorse di una grande azienda e di conseguenza non avere le stesse potenzialità, non lo faccio per incoraggiarli, ma per convincerli del fatto che ci troviamo nel momento migliore per fare impresa partendo da zero.
Potrei stare a parlare per ore dei motivi che giustificano questa affermazione, ma non è l’argomento di questo articolo, per cui ti prometto di parlarne in maniera più approfondita in un altro momento.
La pubblicità ha ottenuto nell’ultimo anno, due primati incredibilmente discordanti:
1)Negli Stati Uniti, nel 2016 sono stati investiti circa 250 miliardi di dollari in pubblicità, il più alto investimento in tutta la storia dell’advertising.
2)La soglia di attenzione di un essere umano nello stesso anno era di soli 8 secondi, contro i 9 di un pesce rosso.
Perché si continuano ad investire enormi capitali nella pubblicità classica, verso la quale la maggior parte delle persone non presta mai attenzione o addirittura verso la quale prova rabbia?
Startup Strategy è il blog degli startupper e degli aspiranti imprenditori, per cui trovo sia più utile concentrarmi su di te, che con molta probabilità non sei a capo di una multinazionale.
Se i risultati di una gestione della comunicazione d’impresa per le grandi aziende sono questi, per una start-up potrebbero essere addirittura catastrofici.
Quando sei il fondatore di una nuova attività imprenditoriale, non hai gli stessi margini di errore di un’azienda consolidata, per cui è fondamentale sapere con esattezza come si sono modificati i processi di acquisto e di conseguenza il modo di ottenere risultati, sviluppando strategie di marketing corrette.

I processi decisionali e le nuove regole del marketing

Il successo di un’idea vincente o di un’idea imprenditoriale innovativa è fortemente influenzata dalla tua capacità di sviluppare sistemi di marketing collaudati e misurabili.
Come ogni attività di impresa, anche le operazioni legate al marketing devono essere misurate, confrontate e se necessario modificate.
Non esistono strategie sempre performanti per qualsiasi tipologia di impresa in qualunque mercato, ed è per questo che solo utilizzando strategie misurabili puoi valutare i risultati e migliorare le performance.
La pubblicità classica non solo non è misurabile, nonostante quello che qualche pubblicitario si ostina a dire, ma non è la strada per sviluppare un’idea di business partendo da zero.
Facciamo un passo indietro e proviamo a sviluppare un ragionamento puramente logico!
La comunicazione d’impresa e il marketing, così come la pubblicità, hanno l’obiettivo di lavorare sui processi decisionali di acquisto delle persone e in qualche modo influenzarli.
Quali erano in passato i comportamenti dei consumatori che avevano intenzione di acquistare un prodotto o servizio?
Nel 90% dei casi i processi di acquisto seguivano più o meno questi step:
1) Le persone venivano informate del lancio di un prodotto tramite la pubblicità in TV
2) Tra le persone in target, alcuni (early users), correvano nel negozio più vicino a comprare il prodotto, altri aspettavano le opinioni di amici e parenti, o semplicemente che il messaggio pubblicitario si depositasse nella mente e generasse il ricordo nel momento opportuno.

Il processo si ripeteva all’infinito, considerando il fatto che i livelli di concorrenza e di prodotti sostitutivi erano molto bassi, per cui chi aveva più cartucce da sparare, ovvero più risorse da investire in pubblicità alla lunga aveva la meglio.

Quali sono invece i comportamenti dei consumatori moderni con i quali devi fare i conti tu per diventare imprenditore ?
1) Cercano una soluzione ad un problema sul web
2) Si trovano di fronte ad una miriade di proposte di soluzione
3) Scelgono da chi acquistare in base a 4 fattori determinanti:
Autorità del brand
Benefici razionali e/o emozionali rispetto ad eventuali aziende concorrenti e prodotti sostitutivi
Risultati raggiunti da chi ha già acquistato il prodotto
Qualità del livello di assistenza pre e post vendita

In questa ottica sono due le cose che più di tutte cambiano per sempre:
1) Il ruolo degli imprenditori
2)Il ruolo delle nuove imprese

Come imprenditore moderno hai il compito di inserirti nel modo giusto nel mercato che sceglierai di occupare con la tua nuova attività.
Se lavorerai bene, il valore della tua start-up non dipenderà dal numero di anni di attività ma dal grado di innovatività dell’idea, dalle capacità del team aziendale e non per ultimo dalla professionalità con la quale saranno pianificate le strategie di sviluppo del business.

Nuove imprese e nuovo marketing : è in corso un grande cambiamento

Internet e lo sviluppo tecnologico degli ultimi dieci anni hanno cambiato per sempre la comunicazione d’impresa e il marketing.
Quando tutti parlano di crisi, io dico che il web e la comunicazione d’impresa moderna, sono la più grande opportunità per chi vuole diventare imprenditore e lavorare in proprio.
Negli ultimi anni il numero di categorie merceologiche è aumentato in maniera esponenziale, instaurando un processo irreversibile.
Pensa al settore del turismo, conquistato in pochissimi anni da grandi aggregatori (Booking, Expedia, Tripadvisor), che non hanno fatto altro che creare categorie divergenti partendo dalla  categoria del turismo, aggregando tutti i fattori fondamentali alla base delle scelte di consumo dei viaggiatori.
Oggi c’è molto di più per molti meno, non per il volere di qualcuno, ma perché la ricchezza è più che mai direttamente proporzionale alla conoscenza.
Se stai leggendo questo articolo, è molto probabile che stai seriamente pensando di diventare un imprenditore o vuoi apprendere più informazioni possibili per migliorare un’attività imprenditoriale che hai già avviato.
Per aumentare le possibilità di successo di un’ azienda, ci sono dei fattori più importanti di altri e tra questi ci sono la comunicazione d’impresa e il marketing, motivo per il quale ho deciso di scrivere questo articolo.
La maggior parte degli imprenditori, sia con esperienze che alle prime armi, quando avviano una start-up non pianificano in maniera professionale gli obiettivi della comunicazione d’impresa e di marketing strategico.
Non studiano con metodo la buyer personas, ovvero il cliente tipo e non conoscono in profondità i benefici che cercano in un prodotto.
Gli obiettivi di una comunicazione d’impresa efficace sono prima di tutto la creazione di contenuti e messaggi utili per convincere il potenziale cliente che puoi offrirgli la migliore soluzione al suo problema specifico e convincerlo a compiere un’azione verso la tua offerta, che non vuol dire necessariamente acquistare, almeno in prima battuta.
Se pensi di avere un’idea imprenditoriale vincente non esitare e inizia subito a pianificare le azioni necessarie per far sì che la tua idea di business si trasformi in un’attività redditizia.
Non c’è mai stato un momento migliore di questo per avviare una nuova impresa e dare del filo da torcere alle grandi imprese.
Le grandi aziende hanno risorse, esperienza e un brand sicuramente più autorevole di quello che potrai creare tu, ma hanno almeno due grosse lacune:
1)Incapacità di posizionare la loro offerta per un determinato segmento di consumatori, il che comporta, una scarsa personalizzazione ai livelli più bassi.
2)Mancanza di velocità

Ti do un’altra ottima notizia.

La velocità e la capacità di reagire rapidamente è una delle caratteristiche fondamentali della comunicazione d’impresa e del marketing delle imprese moderne.
Parlare di rapidità non è sufficiente, oggi se vuoi creare start-up che possano competere e per alcuni aspetti battere i concorrenti già affermati, devi progettare imprese capaci di dare ai consumatori risposte puntuali, migliori della concorrenza e soprattutto alla velocità della luce!

Spero di esserti stato utile!

Alla prossima!

Di

Come diventare imprenditore di successo

Come diventare imprenditore di successo? E’ sufficiente avere delle idee imprenditoriali vincenti, originali o innovative per fare soldi?In questo articolo ti svelo quali sono i veri segreti che hanno condotto i migliori imprenditori a creare startup e a trasformarle in imprese di successo.

I corsi per diventare imprenditore di successo

 

Le ricerche che gli utenti effettuato sul motore di ricerca di Google, oltre alle domande che quotidianamente gli aspiranti imprenditori mi pongono durante le consulenze private o in chat, contengono sempre questa domanda: “Come si diventa imprenditori di sucesso?”
Le incertezze del mondo del lavoro, e la scomparsa del tanto discusso posto fisso, stanno facendo aumentare vertiginosamente il numero delle persone che vogliono intraprendere il mestiere dell’imprenditore.
Se non sei tra queste persone, voglio darti una notizia.
Lo sei, ma non lo sai!
Mi spiego meglio!
Oggi, che tu abbia intenzione di creare una start-up e sviluppare il tuo business lavorando in proprio, oppure no, il successo che avrai in campo lavorativo, sarà direttamente proporzionale alle tue capacità imprenditoriali.
La scomparsa del posto fisso e la velocità con la quale cambiano le esigenze dei mercati, in linea anche con lo sviluppo tecnologico, hanno stravolto il mercato del lavoro.
Che ti piaccia o no, è terminato il tempo dei manager, ed è giunta l’era degli imprenditori.
Le aziende per le quali lavorerai non potranno garantirti un ufficio per sempre, quindi dovrai sviluppare quelle capacità imprenditoriali che fino a pochi anni fa, appartenevano solo a chi voleva lavorare in proprio.
E’ indispensabile per te, imparare a promuovere te stesso in maniera professionale, costruire delle relazioni e pianificare lo sviluppo della tua azienda personale nel tempo.
Devi imparare a fare marketing di te stesso, meglio degli altri, meglio della concorrenza e diventare imprenditore di successo al di là del tipo di lavoro che svolgi.

Diventare imprenditore di successo partendo da zero

 

Come si diventa ricchi? Come si crea un’attività redditizia?Come si diventa imprenditore di successo?
Molti erroneamente credono che sia sufficiente avere delle idee imprenditoriali vincenti, innovative o addirittura rivoluzionarie per giungere al successo.
Se è così semplice, come mai sono pochi coloro che raggiungono il successo partendo da zero?
La verità è che non esistono dei requisiti sempre validi per creare imprese di successo, ma delle caratteristiche personali che fanno la differenza per raggiungere questo scopo.
Una cosa è certa, se la maggior parte delle persone non ci riesce, dovrai adottare delle strategie completamente differenti dalle loro.
Una ricetta per diventare imprenditore di successo esiste e adesso te lo dimostro.

L’unico modo per sviluppare idee vincenti e trasformarle in aziende di successo è risolvere problemi particolarmente sentiti da un ristretto gruppo di persone, mettendo in campo conoscenza, determinazione, coraggio e una passione spiazzante!
Non si diventa imprenditori di successo dall’oggi al domani, non sarà facile, e tutto quello che si legge nelle riviste è solo la punta dell’iceberg di questo straordinario mestiere.
Molto spesso, quando si parla di start-up di successo e di giovani che hanno realizzato il loro sogno, ci sono due tipi di considerazioni, fatte da due tipologie di persone.
La prima è di estrema semplificazione, mirata a sminuire il lavoro dell’imprenditore, la seconda di invidia.
Non si creano aziende di valore da zero dall’oggi al domani e chi riesce con la fatica e la strategia ad ottenere questo risultato non è né fortunato né merita invidia, semmai ammirazione.
L’unico modo per diventare imprenditore ed aprire un’attività di successo è iniziare nutrendo dei sentimenti positivi nei confronti di te stesso e di coloro che ci sono riusciti e dai quali puoi apprendere le strategie.
Nessuno ti darà una mano, tanto quanto puoi fare tu impegnandoti a tal punto da sembrare un esercito e non un solo individuo.

Il corso per diventare imprenditore

Un’ altra domanda ricorrente è : ” cosa studiare per diventare imprenditore ? ”

Molti mi chiedono quale sia il corso di formazione per diventare imprenditore migliore e la mia risposta è sempre la stessa.

Non esistono corsi per imprenditori migliori di altri in senso assoluto, ma ci sono delle regole che seguo in tutte le mie scelte lavorative e in modo paticolare nella formazione manageriale.

Il miglior corso per imprenditori è quello che risponde con precisione alle tue esigenze e soprattutto dietro il quale c’è una persona che ha raggiunto dei risultati e della quale puoi provi estrema fiducia.

Posso dirti invece qual è il peggiore dei corsi per diventare imprenditore, dal quale ti consiglio di stare alla larga.

Sono i corsi tenuti dai TUTTOLOGI!

Organizzano corsi di formazione per :

Imprenditori

Aspiranti imprenditori

Manager

Direttori di banche

Commercialisti

Le esigenze di queste categorie di persone sono estremamente differenti e un corso che le abbraccia non è un corso di alto livello!

Quando hai mal di denti, vai dal medico generico o dal dentista?

 

 

 

Le idee per diventare imprenditore

 

Nel mondo del business, così come nella vita porsi le giuste domande e saper trovare risposte altrettanto produttive può fare un’enorme differenza per diventare imprenditore di successo.
1. Quali sono le cose che ti fanno stare bene?
Riposarti e trascorrere il tempo su di un’isola deserta con un bel drink in mano o accumulare ricchezza da poter condividere con le persone a te care? Essere tranquillo di uno stipendio fisso (almeno per qualche mese) o sognare di guadagnare cifre molto più grandi?
Non sono impazzito!
Se sei un lettore abituale del blog di Startup Strategy, sai benissimo che questo non è il tipo di articoli che scrivo spesso, anzi a dir la verità non parlo mai di argomenti legati alla personalità di un aspirante imprenditore.
Il blog di Startup Strategy così come l’intera attività legata alla mia figura si concentra sugli aspetti strategici legati all’avvio e al potenziamento delle imprese.
Il mio ruolo però è anche quello di dare risposta alle domande di chi mi segue, perché solo così posso essere sicuro di migliorare la qualità delle loro azioni legate al mondo dell’ imprenditoria.

Torniamo a noi!
Quello che sogni è quello che farai. Se non sogni neppure di fare grandi cose, non farai mai nulla di importante nella vita, a maggior ragione diventare imprenditore di successo.
2.Quanta fame hai?
Non è un segreto che i più grandi imprenditori si siano fatti da zero.
Questo dimostra che oltre alla pianificazione strategica, a modelli di business che creano ricchezza e a un modello di business plan professionale, è assolutamente indispensabile avere un’ atteggiamento produttivo e una fame che la maggior parte delle persone non ha.
L’ ambizione e la tenacia di fronte agli innumerevoli no che la vita e il mondo degli affari ti riserverà, farà un’ enorme differenza nel raggiungere gli obiettivi che man mano ti porrai.

Diventare imprenditore di successo è un lavoro di lungo periodo che deriva dal porsi obiettivi ambiziosi e da un impegno quotidiano volto al raggiungimento di quegli obiettivi. Molti stabiliscono grandi obiettivi, ma quando si trovano di fronte problemi che li ostacolano o vengono distratti da altre cose che si impossessano giorno per giorno della loro attenzione, perdono focalizzazione.
Il fatto che incontri dei problemi, significa che ti stai spingendo oltre i tuoi limiti e questo è fondamentale per raggiungere obiettivi ambiziosi.
Se ogni volta che ti troverai davanti ad un nuovo problema, lo assocerai al fatto che stai crescendo e ti stai spingendo oltre i tuoi stessi limiti, sorriderai e andrai dritto come un treno verso quelli che sono i tuoi obiettivi.

3.Quanti soldi investi nella formazione?

Se fino al qualche anno fa, solo gli imprenditori più lungimiranti investivano oltre il 50% delle loro risorse di tempo e denaro nella formazione, oggi chi non si forma con una certa continuità è automaticamente fuori da qualsiasi mercato.
Il mondo del business è letteralmente spaccato in due.
Da una parte c’è chi si forma, costruisce relazioni di altissimo valore e migliora esponenzialmente le sue doti imprenditoriali, dall’ altra parte c’è un gruppo di persone che continua a ripetere sempre le stesse frasi tristi e prive di fondamento: “non c’è lavoro, non ci sono soldi, non c’è mercato, non si vende, ecc!
Se vuoi diventare imprenditore da zero e sei dalla parte giusta, sappi che ti aspetta un futuro meraviglioso, non senza momenti difficili e sfide da affrontare, ma certamente migliore di chi continua a vivere nelle scuse.

4.Come reagisci alle critiche e ai no della vita?

Se vuoi diventare un imprenditore di successo devi abituarti alle critiche e a ricevere letteralmente una montagna di rifiuti.
Maggiore sarà la quantità di rifiuti che raccoglierai, più grandi saranno le soddisfazioni quando riceverai i sì che daranno una svolta concreta alle tue attività.

Molti ti diranno che le tue idee imprenditoriali innovative non sono poi così tanto innovative o che il rischio di impresa è troppo alto in relazione alla quantità di denaro che un investitore deve finanziarti per far sviluppare la tua start-up.
La maggior parte degli aspiranti imprenditori rinuncia dopo un no, tu non devi farlo, anzi devi imparare ad utilizzare i rifiuti come ulteriore energia per realizzare i tuoi sogni.

Startup Strategy è il sistema che ti permette di creare imprese in modo professionale, partendo da zero , utilizzando solo strategie misurabili, per cui poco ha a che fare con l’approccio mentale che un individuo deve adottare per diventare un imprenditore di successo.
Questo non è per me un motivo per trascurare nessun aspetto della figura dell’imprenditore moderno e soprattutto delle domande più frequenti dei lettori del blog.
Se anche tu hai delle domande sul mondo dell’imprenditoria, scrivimi in chat o lascia un commento in fondo alla pagina e la tua domanda potrebbe essere l’argomento del prossimo articolo.

Spero di esserti stato utile

Alla prossima!

Di

Idee imprenditoriali vincenti e strategia per diventare imprenditore

Gli ingredienti per trasformare idee imprenditoriali vincenti in imprese di successo sono molti.Il business plan è senza dubbio uno di questi, ma non è l’ unico strumento necessario per avviare e sviluppare una nuova attività imprenditoriale partendo da zero.

 

4 ingredienti fondamentali per trasformare idee imprenditoriali vincenti in startup di successo

Molti credono che il successo di un’attività imprenditoriale sia il risultato di molteplici elementi, in realtà esistono solo quattro fattori fondamentali alla base del successo di una startup.
Opportunità
Le opportunità sono tra i fattori che più di altri accompagneranno tutto il tuo percorso imprenditoriale, se sceglierai di intraprendere questo mestiere straordinario.
Non esistono opportunità in senso assoluto, sta a te come singolo individuo vedere delle opportunità di business lì dove gli altri non le vedono.
La creazione di un prodotto o servizio è la prima parte di questo processo che qualcuno chiama fortuna e che invece noi chiameremo opportunità.
Identificare un problema particolarmente sentito da uno specifico gruppo di persone e risolverlo attraverso un prodotto o servizio e creare attorno a questi un’attività redditizia, significa molto più semplicemente sviluppare opportunità.
In realtà il tuo compito come imprenditore è sviluppare la capacità di valutare il valore di un’opportunità in base a dei parametri razionali e al tempo stesso professionali.
Fatturato potenziale, valore del mercato di riferimento, quote potenziali che la tua impresa può ottenere e gli spazi lasciati liberi dalla concorrenza che puoi attaccare, sono i primi valori che devi valutare prima di avviare un nuovo progetto imprenditoriale.

Risorse

Questo è uno degli argomenti ai quali tengo di più in assoluto.
Le risorse sono croce e delizia per la maggior parte degli aspiranti imprenditori.
Sono sicuro che come aspirante imprenditore, quando si parla di risorse, sei sballottato a destra e sinistra da informazioni contrastanti, in base al consulente startup di turno.
Qualcuno ti avrà detto che è assolutamente possibile fare impresa senza soldi, altri invece che senza enormi disponibilità di risorse è impossibile sviluppare idee imprenditoriali vincenti.
Dov’è la verità?

Facciamo un po’ di chiarezza.
Anzitutto quanto si parla di risorse, a meno che non si tratti di imprenditori del medioevo, fare riferimento solamente al denaro è del tutto errato.
Tutto ciò che concorre al raggiungimento di un risultato economico positivo, ovvero alla realizzazione e allo sviluppo della tua start-up, è una risorsa.
L’ esperienza accumulata in un dato settore è una risorsa, le tue capacità personali, relazionali, e cognitive sono delle risorse fondamentali per diventare un imprenditore di successo.
La capacità di negoziazione è senza dubbio uno dei fattori critici per il successo di un imprenditore.
Se sai negoziare, chiudi contratti vantaggiosi, risparmi sui prezzi di acquisto e alla fine dell’ anno il tuo guadagno aumenta, tutto questo senza che le tue risorse iniziali abbiamo influenzato questi parametri.
Potrei continuare ancora per molto tempo a parlarti di come moltiplicare le risorse a disposizione semplicemente utilizzando le tue capacità imprenditoriali.
Detto questo, è vero che le imprese senza soldi non si fanno, ma è vero anche che idee imprenditoriali vincenti, sistemi professionali di creazione e sviluppo d’impresa e una corretta esecuzione, ti permetteranno di ottenere il denaro necessario per realizzare la tua attività imprenditoriale.

Team
Dietro un progetto vincente c’è un team di persone che lo ha reso possibile.
A proposito delle persone, voglio sfatare un mito del mondo del business che fatica a crollare.
Non sono le imprese che scelgono le persone migliori, ma i più bravi che scelgono le migliori imprese.
Se progetti e sviluppi imprese di valore, non avrai problemi a formare un team vincente!
Le persone più ambiziose e preparate cercano opportunità di crescita esattamente come fai tu e hanno fiuto per le aziende che hanno costanti obiettivi di sviluppo e miglioramento continuo.
Quando realizzi il tuo modello di business plan, non sottovalutare la parte relativa al team.
Un possibile investitore o comunque un soggetto interessato al tuo business, valuterà con molta attenzione le potenzialità relative alle persone che concorrono allo sviluppo del business.

Mercato
Ho utilizzato volutamente il temine mercato, per non crearti confusione durante la lettura.
In realtà il termine corretto è “categoria”.
Ogni volta che vuoi trasformare idee imprenditoriali vincenti in startup di successo devi ragionare per categoria merceologica.
Qualsiasi sia il prodotto o servizio che stai per lanciare in un mercato, dovrà occupare una specifica categoria.
Se il tuo prodotto o servizio non fa parte di una specifica categoria di riferiemento non sarà mai un business.

La ricetta giusta per aprire un’ attività redditizia

Opportunità, risorse, team e mercato sono i quattro ingredienti fondamentali per sviluppare aziende di successo.
Tuttavia è solo mixando nel modo giusto tutti e quattro questi fattori che avrai delle solide basi per avviare la tua impresa.
Un business plan correttamente realizzato deve contenere nella parte descrittiva, tutti e quattro gli elementi di cui abbiamo appena parlato.
Essere a conoscenza del mix giusto per avviare un processo di creazione professionale d’ impresa non significa avere il successo assicurato, né tanto meno immediato.
Non credere nemmeno per un secondo né chi ti dice che fare impresa è facile, né chi ti dice che è impossibile.
Chi non è in grado di mettersi in gioco, imparare a costruire modelli di business coerenti e scalabili e a svilupparli attraverso sistemi di marketing professionali ti dirà che non è possibile, ma tu non gli crederai e gli dimostrerai l’esatto contrario!
Oggi il mondo del business ti richiede capacità e conoscenze che vanno ben oltre quelle necessarie in passato.
Quando insisto sul fatto che oltre alle capacità di negoziazione è importante sviluppare conoscenze professionali sugli aspetti strategici del business, mi riferisco specialmente alla capacità di valutare le potenzialità di un business prima ancora di investire risorse per la realizzazione delle idee imprenditoriali ad esso legate.
Un modello di business plan professionale ti consente di valutare anzitutto la scalabilità del progetto, il potenziale di crescita e la sostenibilità economico-finanziaria dell’ idea.
Fai molta attenzione a non confondere i due aspetti.
In prima battuta analizza separatamente gli aspetti qualitativi, quindi legati sostanzialmente al modello di business e quelli quantitativi, legati agli aspetti economico-finanziari dell’ idea di business.
Se vuoi valutare la fattibilità finanziaria della tua idea imprenditoriale ti consiglio di scaricare questo business plan modello excel.
Le argomentazioni sin qui viste indicano le basi più o meno solide e concrete per la valutazione delle prospettive e della solidità del nuovo business, con l’individuazione delle potenzialità di crescita in base al contesto (macro-economico e di settore) e alla risposta del mercato.

Usa i clienti per sviluppare il tuo progetto imprenditoriale

Coinvolgere gli early adopter, ossia i primi clienti del tuo prodotto o servizio è un’ ottima strategia per coinvolgere soggetti esterni nel processo di pianificazione e sviluppo d’impresa.
Maggiore sarà il grado di coinvolgimento nelle fasi immediatamente successive al lancio nel mercato del prodotto o servizio, migliori saranno i risultati per gli utenti finali.
E’ chiaro che è fondamentale lavorare a monte sulla buyer personas, ovvero il cliente tipo di riferimento in maniera professionale, per avere un feedback quanto più preciso e calzante possibile.
Comprendere come testare il mercato di riferimento, oggi assume un valore fondamentale per il successo di un’attività imprenditoriale.
I primi utilizzatori del tuo prodotto, saranno gli evangelisti della tua startup: non esiste gruppo di utenti migliore sul quale concentrare le tue risorse nelle prime fasi di avvio d’ impresa.
Ovviamente devi essere in grado di segmentare nel modo giusto le diverse fasce di clientela, per non cadere in un errore molto comune, ovvero confondere i primi utilizzatori con i tuoi futuri clienti.
In realtà i primi coraggiosi rappresentano solo una piccola parte, un solo segmento di clienti che compreranno da te.
Gli stessi clienti potranno aiutarti nell’ individuazione di nuovi bisogni strettamente collegati ai primi sui quali hai lavorato per sviluppare il modello di business aziendale.

 

Realizza le tue idee imprenditoriali e diventa un imprenditore moderno

 

Fare impresa oggi non è affatto facile, ma non è impossibile come qualcuno vuole farti credere.
Quando aumentano le incertezze e il grado di conoscenze indispensabili per avviare una nuova impresa e diventare un imprenditore di successo i più tagliano la corda.
Siamo stati abituati alle leggi del tutto e subito e del massimo risultato con il minimo sforzo.
Queste due leggi, che rappresentano un modo di vivere ed intendere la vita, non vanno d’accordo con i nuovi modelli di sviluppo imprenditoriale e la figura dell’imprenditore moderno.
Diventare imprenditore moderno significa non smettere mai di imparare e migliorare il proprio modo di approcciarsi al mondo del business.
Gli strumenti di controllo, un’analisi dell’ evoluzione e delle prospettive delle idee imprenditoriali sono diventate pane quotidiano per il successo di una nuova impresa.
All’intuito e alle capacità innate serve unire modelli di pianificazione strategica per costruire valore nel lungo periodo e misurare periodicamente i risultati di ciascuna campagna di marketing, per migliorare costantemente i risultati dell’ attività imprenditoriale.

Spero di esserti stato utile!

Alla prossima!

Di

Idee imprenditoriali vincenti:i segreti per crearsi un lavoro

Le idee imprenditoriali vincenti sono il punto di partenza per lavorare in proprio e diventare imprenditore partendo da zero. Il vero segreto per il successo di un’ azienda oggi è creare una relazione autentica e redditizia per l’ impresa e il tuo cliente.

Le idee imprenditoriali vincenti non bastano per crearsi un lavoro

Non finirò mai di ripeterlo, le idee imprenditoriali vincenti sono solo il primo passo per creare una start up, diventare un imprenditore e lavorare in proprio.
Oggi fare business è senza dubbio per alcuni aspetti più complesso e certamente più affascinante rispetto al passato.
Le idee imprenditoriali ovviamente giocano un ruolo non di poco conto, ma non sono determinanti per creare un’ attività redditizia.
Avviare un’ attività imprenditoriale è molto più di vendere un prodotto o servizio, in mercati sempre più competitivi e nei quali il ruolo dei consumatori è radicalmente cambiato.
Quando avvii una nuova impresa, stai creando un nuovo brand che sarà decisivo per il successo della tua attività commerciale.
Crearsi un lavoro redditizio significa essere disposti a comprendere a fondo quali sono le chiavi per vincere la tua personale partita contro la concorrenza.

 

Lavori alternativi, idee vincenti e superenalotto: è ora di finirla!

Scusa lo sfogo, ma mi capita sempre più spesso che mi venga chiesto di rivelare quale sia l’ idea vincente, l’attività più redditizia del momento e non ti nascondo che prevedo qualcuno che mi chieda i numeri del superenalotto!
Creare un’ impresa è una cosa seria, bisogna divertirsi e deve piacere, ma quello dell’ imprenditore è un mestiere che va affrontato con professionalità.
Non esistono idee imprenditoriali di per sé vincenti ,se non sono inserite in modelli di business professionali ed eseguite nel modo giusto.

Crea un’ attività redditizia attraverso la relazione

Troppo spesso gli esperti di marketing e i consulenti per le startup si dimenticano del ruolo del brand per lo sviluppo di un’ attività imprenditoriale.
La verità è che le persone seguono, si fidano, a volte si immedesimano e sono disposte a comprare la marca e non il prodotto o servizio.
Se stai pensando di creare una startup o lo hai già fatto e sei nella fase di sviluppo, fatto salvo il modello di business della tua impresa, non devi assolutamente trascurare il brand, dal quale dipende il futuro della tua azienda.
Creare una startup e renderla redditizia al giorno d’oggi, significa trasformare un’ idea imprenditoriale vincente in un brand nel quale le persone di riconoscono e sono disposti a metterci la loro faccia per contribuire alla sua crescita.
Solo costruendo una relazione di lungo periodo nella quale l’ impresa e i tuoi clienti sono sullo stesso piano puoi aspirare al successo.
Il marketing cambia completamente significato, e diventa il veicolo attraverso il quale comunicare una promessa e non semplicemente quello che hai da offrire.
Mi spiego meglio!
Se vuoi fare impresa e creare una startup di successo non puoi limitarti a vendere prodotti e servizi fini a se stessi.
Devi capire di cosa hanno bisogno i tuoi clienti, fargli capire che sei l’ unico che puoi aiutarli a risolvere il loro problema o che comunque puoi farlo meglio degli altri e cosa ancora più importante mantenere la promessa.
Un’ idea imprenditoriale vincente si trasforma in un’ azienda se sarai in grado di fare una promessa al tuo cliente e mantenerla.

Il marketing serve solo a raccontare la verità nel modo migliore possibile
Le bugie hanno le gambe corte e i consumatori di oggi hanno sviluppato un grande fiuto per tutte le aziende che ignare del periodo che stiamo attraversando continuano a perdere soldi e ancor peggio la fiducia delle persone.
Chiariamo una volta per tutte questo aspetto fondamentale per fare business oggi.
Fare marketing non significa prendere per i fondelli la gente.
Fare marketing vuol dire raccontare la verità meglio di come lo faccia la concorrenza!
Se progetti un’ impresa migliore della concorrenza e ciò che offri risolve un problema al tuo potenziale cliente, non hai bisogno di mentire e di inventarti nulla.
Con questo voglio dirti che il marketing è utile solo se la la tua azienda è progettata nel modo giusto e il modello di business funziona.
Il successo di un business è strettamente correlato alla sua capacità di non tradire le aspettative dei clienti che si aspetta un esperienza pari o ancor meglio superiore a quella che l’ impresa promette.

Soddisfa i tuoi clienti e la tua sarà un attività più redditizia

Oggi sviluppare idee imprenditoriali vincenti, creare una startup e successivamente un’ impresa di successo significa anzitutto costruire una comunità attività nella quale il ruolo dei clienti passa da semplice acquirente a venditore non assunto.
Se nel passato avere un cliente soddisfatto e pianamente entusiasta di aver scelto la tua azienda a scapito della concorrenza, oggi diventa un passaggio cruciale.
I clienti ricoprono il ruolo di protagonisti nella costruzione della marca della tua nuova impresa.
Il loro è un ruolo che passa dalla consulenza alla vendita vera e propria.
Il modo di fare business è cambiato per sempre e solo chi comprende a pieno nuove regole può giocarsi la sua personale partita e sviluppare le sue idee imprenditoriali vincenti.

Il potere di vendere a uno e convincerne tanti

Non esistono solo aspetti di complessità rispetto al passato, ma anche enormi opportunità per sviluppare le tue idee imprenditoriali molto più velocemente rispetto al passato.
Le comunità online e i nuovi media hanno reso qualunque tipo di comunicazione immediata e autentica, proprio perché i protagonisti non sono le aziende ma i clienti.
Ogni volta che stai chiudendo una trattativa, ti trovi dinanzi un’ enorme possibilità.
Quella che al momento può sembrarti una semplice vendita può avere un ritorno incredibile.
Oggi mantenere la promessa data è la vera strategia di marketing!
Tutti condividono le loro sensazioni con le comunità fisiche, quindi offline e online, per cui diventa fondamentale sviluppare la tua capacità di emozionare positivamente i tuoi clienti ogni volta che affronti che ti rapporti con lui.
Non importa che si tratti di una vendita, di una prova gratuita o di una e-mail informativa, la carica emotiva e l’ impegno nel fargli vivere un’ esperienza di valore deve essere la prassi all’ interno della tua azienda.
Tutti fanno prodotti e servizi, pochi rappresentano punti di riferimento in una specifica categoria.
Qualsiasi sia il settore nel quale hai intenzione di sviluppare la tua idea imprenditoriale e fare business devi lavorare per diventare il punto di riferimento di quella specifica categoria.
Fare impresa oggi significa acquisire un ruolo autorevole nella categoria nella quale operi.
Quando le persone all’ interno delle loro comunità parleranno del tuo settore, la tua azienda sarà quella alla quale faranno riferimento, quella alla quale si rivolgeranno per un consiglio e dalla quale compreranno quando ne avranno necessità.

 

Se non rinunci alla perfezione sarà difficile crearsi un lavoro

Le idee hanno bisogno di un complesso sistema di modelli e di strumenti di pianificazione strategica per essere eseguite nel migliore dei modi per conquistare una posizione di rilievo nel settore di riferimento.
Come imprenditore moderno è impensabile sviluppare un’ impresa senza studiare e al tempo stesso mettere in pratica quello che realmente occorre per fare business al giorno d’oggi.
Marketing, strategie misurabile e modello di business professionali sono indispensabile per intraprendere e condurre con un senso le proprie attività imprenditoriali.
Formarsi prima e durante la creazione d’ impressa è un gesto di responsabilità e di tutela prima di tutto nei tuoi confronti, del tuo futuro e di quello delle persone a te più vicine.
Ciò nonostante la perfezione come nella vita non è necessaria nemmeno per fare impresa.
La formazione se ambisci a diventare un imprenditore di successo deve far parte del tuo percorso imprenditoriale, ma le imprese hanno una grande componente pratica.
Detta in altre parole, le imprese non si fanno da sole e le idee imprenditoriali vincenti da sole non sono sufficienti!
Bisogna agire con delle costanti azioni quotidiane e non aspettare il momento perfetto, il budget perfetto, la conoscenza perfetta per partire.
Parti, studia, correggi e non smettere di sognare!
Alla prossima!