Business Plan Start-up

Start up e business plan: idee e esempi

Trascorre intere giornate a creare business plan per la start up sotto la guida di un commercialista che non ha la minima idea di come creare una start up in grado di generare utili immediatamente.

Di seguito ti elencherò alcuni punti fondamentali per arrivare a generare un business plan start-up in grado di farti raggiungere gli obbiettivi di realizzazione.

Perchè creare una start up?

Vuoi finalmente realizzare quello che hai sempre sognato? Vuoi dimostrare a tutti quelli che ti hanno sempre detto che non avresti mai concluso niente nella tua vita che si sbagliavano ? Vuoi migliorare la condizione di qualcuno? Lo farai perché ti piace e basta?

Quando avrai risposto con estrema sincerità a questa domanda, chiediti se la strada che hai deciso di intraprendere è quella corretta e solo dopo puoi creare una start up

Avere un grande perché è molto importante, sarà il carburante necessario che ti spingerà a non mollare nei momenti di difficoltà!

La verità, però, è che avere un grande perché nel business non basta!!

Il tuo prodotto o servizio deve necessariamente risolvere un problema del tuo Target e permettergli di raggiungere uno scopo.

Impara come avviare una start up

Molte persone arrivate a questo punto prendono strade sbagliate e potenzialmente pericolosissime, non per loro responsabilità ma perché si affidano a manuali o consulenti che con il loro approccio li conducono dritti al disastro.

Ecco un tipico dialogo tra un imprenditore e un consulente medio:

I : Salve vorrei creare una start up, la mia idea/progetto/conoscenza è questa e il mio prodotto/servizio risolve questo problema.
C : Bene, adesso tutto quello che dobbiamo fare è un’indagine di mercato rivolto al tuo target, che confermi la fattibilità del tuo progetto.
I: Ah ok ma la concorrenza ?
C: Stai tranquillo!!! Fai qualche piccola innovazione, a prezzi più bassi e il gioco è fatto! E poi tu sei molto più simpatico;)

Per questi esperti di marketing la fase 1 (il prodotto deve necessariamente risolvere un problema del tuo Target e permettergli di raggiungere uno scopo) è l’unico step da superare per realizzare la tua impresa.

Oltretutto non c’è mai fine al peggio, perché ti suggeriscono di fissare prezzi più bassi della concorrenza.

Qual è la cosa corretta da fare?

Analizza la concorrenza, la tua attenzione deve essere incentrata totalmente alla concorrenza.

Il focus al cliente non ha funzionato in passato, non funziona e non funzionerà.

Scopri i punti di debolezza e aggredisci lì, anche se il grosso del lavoro dovrai farlo sui punti di forza. Sì, hai capito bene, so che nell’analisi swot(…..)

Non voglio annoiarti su questo punto, perché occorrerebbe un libro intero !

Poniti obiettivi precisi e scrivili a caratteri cubitali in modo che siano la prima cosa che vedi quando ti alzi e l’ultima quando vai a dormire.

Avere tante idee è molto bello, ma non siamo progettati per poterle gestire tutte insieme.

Ho visto persone venire da me con 4/5 idee, magari tutte con un buon potenziale ma assolutamente irrealizzabili contemporaneamente.

Focalizzati su una idea di start up.

Scegli un’idea di start up che abbia già superato i precedenti step e portala avanti!
A meno che tu non abbia enormi capitali, se non ti concentri su un’idea, finirai presto i tuoi soldi e le altre poche risorse a tua disposizione e fallirai prima di cominciare.

Elenca tutte le risorse a tua disposizione (persone, cose, capitali, conoscenze).

A quanto ammonta il tuo capitale? Crescerà o diminuirà nei prossimi mesi?
Chi sono le persone che ti aiuteranno a realizzare il tuo progetto?

Il tuo Target è il tuo migliore alleato :vendigli il tuo prodotto ed inizia a far conoscere la start up.

Anche se tutti i professori di marketing all’università, le agenzie di comunicazione e i social media marketers ti hanno sempre riempito la testa di frottole su come pubblicizzare una start up, il lancio sul mercato con il botto, le mega campagne di marketing online, sappi che l’unica cosa che conta per te che sei o stai progettando di diventare un imprenditore è VENDERE.

Sfrutta la potenza degli  strumenti online per risparmiare tempo e denaro!.

Le persone sono sempre più diffidenti e internet è senza dubbio il luogo dove rilassano le tensioni e hanno meno pregiudizi.

Utilizza i Social network per creare una strategia per appassionare i tuoi clienti e rendili parte del tuo progetto.

Segui questi step se non vuoi creare un cannone potentissimo puntato verso di te e rischiare il fallimento della start up

1)Non esiste alcuna differenza tra i tuoi profili personali e il tuo brand!!

Tutto quello che dirai sarà usato contro di te dai tuoi concorrenti, quindi ricorda che i tuoi commenti personali devono SEMPRE essere in linea con la visione della tua azienda.

2)Prepara un piano editoriale e rispettalo

Soprattutto all’inizio non è importante che pubblichi 10 post al giorno, piuttosto devi essere costante e soprattutto scrivere le cose giuste nel modo giusto.

3)Non affidare il comando dei social a nessuno all’infuori di te!

Lo so che i Social media manager ti fanno il pippone ogni volta che si parla di questo argomento dicendoti che non è un gioco da ragazzi e che loro hanno studiato anni e sono dei professionisti.

La verità è che l’unica cosa che possono fare per te è organizzarti il lavoro con un piano editoriale. PUNTO!

Le uniche cose che contano di un post, cioè il contenuto e come scriverlo in maniera efficace devi farle TU!
Quindi sappi che stai pagando una persona che ti organizza il calendario ma non ti farà vendere un solo pezzo in più del tuo prodotto o servizio.

Metti per iscritto il modello di business revisionato.

Se vuoi avere successo come imprenditore devi immaginare le tue idee esattamente come dei post-it.

Il vantaggio dei post-it è che una volta scritti possono essere spostati facilmente da una parte all’altra della tua scrivania senza lasciare segni, da una pagina di libro all’altra senza formare orecchie o segni di penna indelebili.

La tua impresa dovrà funzionare esattamente cosi!

Interagisci con i tuoi clienti, vendi i tuoi prodotti o servizi e se cambiano le regole cambia il gioco!

Business Plan start up

Non avere paura di cambiare: fa parte del gioco !
Le multinazionali spendono milioni di dollari per testare i loro prodotti prima di lanciarli sul mercato e spesso non si salvano dal flop.

Tu non hai milioni di euro, per il momento, quindi l’unico modo che hai per trovare la giusta quadra è provare, sbagliare, aggiustare, riprovare.

Resta inteso che se studi e ti fai guidare da persone che sanno quello che dicono limiterai i tuoi errori al minimo… quindi studia le cose che funzionano!!

Diffida da chi ti promette che non farai mai degli errori.

Diventare imprenditore significa anche questo, provare, testare quello che funziona e quello che invece bisogna scartare.

Inizia a testare le tue idee di business attraverso il modello excel di business plan.

La conclusione di questa guida può essere un inizio esplosivo per la tua nuova impresa.

Tutti sanno che per creare un’ impresa o diventare imprenditori di se stessi occorre :
1) Compilare un business plan
2) Ottenere un finanziamento o un finanziatore pronto ad avviare una start up.

In realtà :

1)il business plan è solo l’ultimo anello della catena per costruire una start up di successo.

2) Se aspetti che i soldi ti cadano dal cielo, potresti passare il resto della tua vita a rispondere in questo modo alla domanda :

L’unico modo per creare una start up oggi, è avere un sistema per generare clienti dal primo giorno di attività attraverso un brand di valore.


I commenti qui sono chiusi.